REGOLAMENTO della pensione

La pensione vuole offrire un ambiente sano e sicuro con un'atmosfera familiare, che faccia sentire a proprio agio il cane e allo stesso tempo dia al proprietario tranquillità.

 

Per far si che questo sia possibile è necessario rispettare alcuni requisiti:

 

  1. Per poter avere accesso alla pensione ogni cane deve essere accompagnato dal proprio libretto sanitario con copia della pagina delle vaccinazioni ed essere in regola con le vaccinazioni ed i trattamenti antiparassitari interni oltre ad avere effettuato l'esame coprologico (esame delle feci) completo di giardia negli ultimi 15 giorni. Nel periodo che va dal mese di Marzo a Dicembre compresi, è necessario che il cane sia sottoposto a trattamenti antiparassitari esterni (preferibilmente con collarini antiparassitari) e con profilassi per la filariosi cardiopolmonare. I soggetti non in regola con le vaccinazioni, i trattamenti antiparassitari interni ed esterni e, con coprologico (esame delle feci completo di giardia) positivo, non verranno accettati;
  2. Il cane deve essere iscritto all'anagrafe canina e munito di microchip di riconoscimento. In caso di dichiarazioni mendaci da parte del proprietario, la pensione ed i suoi operatori non potranno essere ritenuti in alcun caso responsabili qualora, a seguito di accertamento da parte dell'Autorità preposta, venissero verbalizzate le sanzioni di cui all'art. 5 della L. 21 del 14/08/91;
  3. E' obbligatorio comunicare qualunque tipo di problema sanitario e/o comportamentale del cane, che possa compromettere l'incolumità dello stesso, del personale e degli altri ospiti della pensione;
  4. E' altresì necessario comunicare, per quanto riguarda le femmine, la presenza o l'avvicinarsi del calore ed anche l'eventuale gestazione dei cuccioli;
  5. La pensione ed i suoi tecnici non rispondono di eventuali problemi sanitari dovuti a patologie preesistenti che dovessero manifestarsi durante il soggiorno ed oltre e, non potranno essere ritenuti responsabili per eventi non soggetti al proprio controllo ed indipendenti dal proprio operato;
  6. E' garantita l'assistenza veterinaria e qualora, durante il soggiorno, si rendesse necessario l'intervento medico-veterinario, la direzione previa comunicazione al proprietario (in funzione dell'emergenza) e anche in caso di mancata risposta, farà ricorso a professionisti di propria fiducia, addebitando al proprietario del cane onorari e spese di cura, dietro presentazione della parcella;
  7. Il proprietario è autorizzato a lasciare il nominativo ed i recapiti telefonici del proprio medico veterinario che in caso di bisogno verrà contattato al fine di effettuare le terapie necessarie. I costi saranno a carico del proprietario;
  8. Si fa espressa avvertenza che per violazioni dell'art. 5 della L. 281 del 14/08/91, nonchè alla procura della Repubblica per il reato di cui all'art. 727 del C.P. ed ai sensi di ogni altra nuova normativa o modificazione delle leggi attualmente in vigore, è necessario comunicare con un preavviso di almeno 48 ore qualsiasi problema o ritardo nel ritiro del cane alla data prestabilita, in caso contrario e trascorsi 3 giorni dal termine del soggiorno e senza alcuna comunicazione, si adirà alle vie legali, con maggior aggravio di spese a carico del proprietario del cane;
  9. E' necessario procurare la quantità di cibo adoperato usualmente, sufficiente a tutta la durata del soggiorno, nel caso in cui si scelga di non far consumare le crocchette consigliate dal personale della pensione;
  10. L'orario di consegna e di ritiro del cane deve essere concordato anticipatamente alla consegna dello stesso. Qualsiasi ritardo sarà addebitato al proprietario nella cifra che la direzione si riserba di quantificare;
  11. Il pagamento dell'intero soggiorno del cane va effettuato alla consegna del cane alla struttura.  

 

 


Corte Savarna pensione per cani di Katia Tondini, sede legale: via Basilica n° 132 - Ravenna frazione Savarna (RA), P. IVA: 02613400395